Pomodori Secchi Sott’Olio

I pomodori secchi sott’olio sono una conserva tipica del sud Italia che si prepara generalmente verso la fine dell’estate. Sono ottimi accompagnati semplicemente a delle fette di pane oppure possono essere utilizzati per arricchire primi e secondi piatti (sul blog infatti potete trovare qualche ricetta per utilizzare i pomodori secchi come condimento o farcitura). DSCF8152Dato che la fase di essiccatura dei pomodori è molto lunga, meticolosa e non alla portata di tutti (me in primis compresa!) per questioni sia di tempo che di praticità, io acquisto i pomodori secchi già pronti, così poi posso occuparmi solo di bollitura, asciugatura e invasamento. I costi sono comunque più contenuti dei pomodori sott’olio acquistati già pronti e, soprattutto, si può personalizzare la nostra conserva con gli aromi e le spezie che si preferiscono.

Ingredienti:

  • 250 gr di pomodori secchi
  • 175 ml di aceto bianco
  • 1 foglia di alloro spezzettata oppure qualche fogliolina di menta fresca
  • 1 spicchio d’aglio affettato
  • 1 cucchiaio di capperi sotto sale
  • 2 pizzichi di sale
  • olio q.b. (io consiglio di utilizzare un olio evo dal gusto delicato, oppure usare metà olio evo e metà olio di semi)

Preparazione:

Portare a bollore 260 gr di acqua con l’aceto. Sbollentare ii pomodori per 2-3 minuti, scolarli e strofinarli con un panno di cotone pulito per eliminare l’acqua in eccesso. Disporli su un altro panno asciutto e lasciarli riposare per qualche ora, in modo che possano asciugarsi completamente. P1050115N.B. se decidete di lasciarli riposare per un giorno o una notte, per sicurezza copriteli con un altro panno in modo che non prendano troppa polvere.

Riempire il barattolo di vetro (precedentemente sterilizzato e ben asciugato) con un po’ di pomodori, condire con qualche fettina di aglio, un po’ di sale, alloro e qualche cappero (precedentemente lavato per eliminare il sale in eccesso). Ricoprire con degli altri pomodori e condire nuovamente. Proseguire così fino ad esaurimento degli ingredienti o comunque fino a che il barattolo è riempito. Versare l’olio fino a ricoprire completamente i pomodori e con un cucchiaino schiacciarli bene in modo che fuoriesca eventuale aria. Se necessario, si possono inserire due stuzzicadenti incrociati alla bocca del barattolo, in modo che i pomodori rimangano pressati (in alternativa, in commercio si trovano delle “retine” apposite). P1050116Richiudere con coperchio (anch’esso precedentemente sterilizzato). P1050119A questo punto i pomodori sono pronti ma se si vuole stare maggiormente sicuri (soprattutto se si è alle prime armi) si può procedere con una seconda sterilizzazione. In tal caso, porre il vasetto in una pentola e ricoprire con acqua fredda. Se i vasetti sono due o di più, è opportuno porre sul fondo della pentola un canovaccio ripiegato e un altro tra i vari barattoli, in modo che durante la bollitura non sbattano tra di loro. sterilizzazionePortare a bollore a fuoco basso/medio. Dopo circa 15 minuti, verificare che il coperchio dei barattoli, se premuto al centro, non emetta il “clic clac”, altrimenti significa che all’interno della conserva vi è ancora dell’aria (che può compromettere la qualità e la sicurezza del prodotto). In tal caso, lasciar bollire ancora, fino a che il coperchio non fa più alcun “suono”, altrimenti spegnere il fuoco. Lasciar raffreddare completamente l’acqua prima di togliere il barattolo. Conservare in un luogo fresco ed asciutto ed attendere almeno 1 settimana prima di consumare. Una volta aperto il barattolo, conservare in frigorifero.

Precedente Friggitelli e Pomodorini Arrostiti Successivo Frittatine di Zucchine e Basilico

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.