Pulire i Calamari o i Totani Freschi

Pulire i calamari o i totani freschi è abbastanza semplice (anche se io delego sempre l’uomo di casa per questo lavoretto :-)). pulire i calamari o i totaniI passaggi da compiere sono pochi e veloci, quindi vediamo subito come fare:

  • Per prima cosa separare i tentacoli dal corpo (cioè dalla cosiddetta sacca): con una mano tenere la sacca, con l’altra tirare la testa fino a farla staccare. P1040771

    P1040772

  • Eliminare l’osso cartilagineo che si trova all’interno della sacca, tirandolo delicatamente per cercare di non romperlo e controllando che non vi siano rimasti pezzettini all’interno della sacca (altrimenti li sentirete sotto i denti dopo la cottura…per nulla piacevole :-()P1040773
  • Eliminare eventuali ulteriori interiora all’interno della sacca ed asportare la pelle scura che la ricopre, semplicemente tirandola. P1040774
  • Sciacquare con acqua fredda corrente, molto accuratamente sia l’interno che l’esterno. A questo punto la sacca è pulita. P1040775
  • Passare alla pulizia della testa, quindi riprendere i tentacoli precedentemente staccati dalla sacca e con un coltello eliminare la parte che è appena sotto gli occhi (ved. riga rossa nella foto sotto), conservando solo i tentacoli. P1040776.
  • Eliminare il becco che si trova al centro dei tentacoli e gli occhi (se necessario aiutarsi con un coltello o con un paio di forbici). P1040777P1040779
  • Sciacquare i tentacoli sotto acqua fredda corrente
  • Asciugare i calamari con della carta casaP1040780
  • A questo punto i calamari sono pronti per essere cucinate come più si gradisce.
Precedente Scarcella Pugliese senza Latticini Successivo Torta Salata con Pasta, Salmone e Zucchine

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.