Focaccia Locatelli

La focaccia Locatelli è il famosissimo lievitato che deve il suo nome al suo inventore, ovvero lo chef Giorgio Locatelli. La particolarità sta nel fatto che gli ingredienti non devono essere impastati con le mani o con un robot, come si fa solitamente, ma solo amalgamati con un cucchiaio. Inoltre, il tempo totale della lievitazione dell’impasto è solo di 1 ora. Il risultato è una focaccia veloce da preparare, alta e sofficissima, proprio come quella delle panetterie.focaccia LocatelliHo conosciuto questa ricetta per caso, girovagando su internet e, in particolare, quando ho visto le invitanti foto sul sito di Misya, mi sono subito messa all’opera. Non pensavo che con così poca fatica e tempo potessi ottenere una focaccia talmente soffice e gustosa, soprattutto perché mentre la preparavo tutti mi osservavano con l’aria titubante, certi che da quel cumulo di farina e lievito non impastato non sarebbe venuto fuori nulla di commestibile. Invece ho fregato tutti 🙂 Questa focaccia resta soffice anche il giorno dopo, ma mangiatene comunque un pezzetto appena sfornata perché dà il meglio di sé.

Ingredienti per impasto (dimensione di una leccarda da forno):

  • 500 gr di farina 0
  • 250 gr di farina 00
  • 450 ml di acqua tiepida
  • 20 gr di lievito di birra fresco
  • 4 cucchiai di olio evo
  • 5 gr di sale

Ingredienti per emulsione:

  • 95 ml di acqua
  • 95 gr di olio evo
  • 5 gr di sale (se preferite una focaccia più saporita potete tranquillamente aumentare)

Preparazione:

Preparare l’impasto mescolando in una ciotola le farine e il sale; al centro aggiungere l’acqua tiepida, il lievito sbriciolato e l’olio. P1050462Con un cucchiaio iniziare a mescolare per amalgamare gli ingredienti. Ungere l’impasto con un filo di olio, coprire con un canovaccio e lasciar lievitare per 10 minuti. P1050463Versare l’impasto sulla leccarda precedentemente unta con dell’olio, coprire e far lievitare altri 10 minuti. P1050464Stendere la pasta con le mani partendo dal centro, fino a ricoprire tutta la superficie della leccarda, coprire e far lievitare altri 20 minuti. P1050465Con i polpastrelli esercitare una leggera pressione sulla superficie dell’impasto, preparare l’emulsione, mescolando l’acqua con l’olio ed il sale, e cospargerla su tutta la focaccia in modo omogeneo.P1050466Lasciar lievitare per altri 20 minuti, poi cuocere in forno a 200° (io ho impostato il ventilato) per 20 minuti, poi abbassare a 180° e proseguire per altri 5/10 minuti. Una volta sfornata, lasciar riposare la focaccia per almeno 5 minuti e poi tagliarla in porzioni.P1050467

Precedente Pasta con Gamberetti e Crema allo Zafferano Successivo Puntine di Maiale con Cime di Rapa

2 commenti su “Focaccia Locatelli

  1. Augusta il said:

    Ciao io di solito uso il lievito di birra quello secco x fare la pizza e la quantità di una bustina e’ di 7gr. che corrisponde a un cubetto di lievito fresco (25gr) ma io uso metà bustina cosi la pizza rimane piu leggera x 500gr di farina e poi lascio lievitare tutto il giorno in questo caso x la focaccia Locatelli quanto lievito secco mi consigli di usare e poi posso mettere oltre all’emulsione anche il formaggio o mozzarella e prosciutto magari nella seconda fase di cottura grazie x i consigli e scusa se mi dilungo un po’ troppo a spiegare e a fare le domande ciao grazie

    • acquafarinaefelicita il said:

      Ciao Augusta, nessuna scusa per le domande, mi fa piacere rispondere perchè è sempre un’ottima occasione per scambiarsi consigli e prendere spunti nuovi 🙂 Per quanto riguarda il lievito di birra in polvere, io proverei ad usare 5 gr. Se ne vuoi usare meno allora devi prolungare il tempo di riposo di ogni fase, in modo che l’impasto abbia comunque il tempo di lievitare. Per la farcitura, penso proprio che tu possa mettere quello che più ti piace: io ho provato con verdure grigliate, cipolle, olive ecc…ed è sempre venuta bene. Se usi la mozzarella però scolala molto molto bene e magari metti solo metà emulsione, perchè la consistenza della focaccia è già molto morbida e se aggiungi un condimento eccessivamente umido c’è il rischio che magari non venga bene come dovrebbe.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.